Sulla necessità di una storia del videogioco

luglio 21, 2006

Ho sempre apprezzato gli articoli che il fratello di un mio amico, Federico Ercole, scrive sul Manifesto.
Federico scrive di videogiochi. Banale, fino a questo punto. Ma non ne scrive come un giornalista ‘specializzato’ (non me ne vogliano), infarcendo cioè la propria prosa di acronimi e umorismo camp (qua si dice ‘nerd’).
Ne tratta invece come di prodotti culturali, alla stregua, di libri o pellicole. L’interpretazione di Federico del videogioco è, a mio avviso, di carattere estetico-letterario, così come quella della stragrande maggioranza dei manuali di storia del cinema.
A suggerire lo stesso approccio metodologico è probabilmente la vicinanza fra i media: in termini mcluniani il videogioco è ibrido di cinema e letteratura. Perché dunque non farne una storia? Perché non analizzarlo nelle scuole, nelle università?
Il videogioco, inoltre, come ogni altro prodotto culturale è studiabile nella sua essenza di media, aprendo il campo a ricerche di carattere sociologico, antropologico e semiotico.
Del resto tutta la diatriba che interessa il videogioco e violenza nella società non è forse un tentativo semplicistico (e pericoloso) di analizzare il nostro sub specie sociologica, arrivando a conclusioni fallaci?
Ma l’aspetto forse più interessante, anche ai fini della didattica per università e scuole che si occupano di comunicazione, è quello semiotico. Un ottimo esercizio da scienzati della comunicazione sarebbe trasformare, come del resto spesso avviene, il videogioco in un altro media (‘testo’, in semiotica) e viceversa. E sarebbe interessante anche scoprire perché i cosidetti tie-in, i videogiochi cioè tratti da un film, di solito sono di mediocre qualità.
Ad oggi, il videogioco è appannaggio, come si diceva, di una stampa specialistica, di dubbia qualità sotto il profilo culturale e giornalistico.
Una storia, o comunque ricerche sul tema, potrebbero aprire interessanti spiragli su quello che forse uno dei prodotti culturali più tipici della nostra società contemporanea.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: