Ancora su La Russa e sull’RSI

settembre 12, 2008

Ieri invocavo chissà quale acume per scrivere qualcosa di furbo contro i Fascisti al governo.
Maska, che sicuramente ha acume ma ha pure voglia di sbattersi, ha scritto un bell’articolo sul pauroso intervento di La Russa.
Ecco qui:

http://ombra.noblogs.org/post/2008/09/10/la-russa-cita-la-rsi-e-i-fedelissimi-della-nembo-qualche-dato

Annunci

11 Risposte to “Ancora su La Russa e sull’RSI”

  1. anfiosso Says:

    Teoricamente tutto molto interessante, ma non so dove certi trovino la voglia e la pazienza di raccogliere ogni cacata esca da quelle bocche di fogna.
    Che cosa ci si aspettava dicesse un LaRutta, o un suo equipollente?

  2. anfiosso Says:

    (Noto che hai tolto la moderazione. Hai fatto bene, almeno io credo sia scoraggiante, quando voglio commentare).

  3. urza Says:

    Purtroppo gli idioti stanno vincendo,com’è noto.

  4. ombra Says:

    Il problema, anfiosso, è che non lo facciano in abbastanza. Non che lo faccia qualcuno.
    Il fascismo in Italia è stato tenuto lontano dai posti di “potere” dopo la Liberazione (almeno quelli delle istituzioni palesi) non tanto o solo da movimenti e gruppi numericamente consistenti che “facevano” la politica italiana. E’ stato tenuto lontano soprattutto grazie a quella egemonia culturale antifascista che ha caratterizzato il secondo ‘900. Una egemonia nei termini gramsciani, per intenderci. Oggi quella roba li’ è stata accantonata/distrutta/dilapidata ed è anche per questo che i fascisti possono lavarsi la coscienza e dire, tranquillamente, da ministri, quel che dicono.
    Non ci si stupisce che lo dicano. Ci si stupisce che non ci si indigni abbastanza e che non si tenti di ricostruire un minimo di quella egemonia che esisteva. Egemonia che in primis voleva dire conoscenza dell’altro, dei fascisti e di come si muovevano e strutturavano. E di quela fosse la loro storia. Cosa che adesso, permettimi, non esiste.

    ciao
    ombra, l’autore del post 🙂

  5. urza Says:

    grazie ombra dell’esaustivo contributo 🙂

  6. anfiosso Says:

    E’ stato tenuto lontano soprattutto grazie a quella egemonia culturale antifascista che ha caratterizzato il secondo ‘900.

    Magari ci fosse stata (questo è un argomento di Berlusconi in particolare [1994], che evidentemente è stato ripetuto tante di quelle volte che alla fine è entrato nella testa di tutti, anche nella testa di quelli che avrebbero dovuto farsi un puntiglio di pensarla assai diversamente).
    Ma io ho late convinzioni politiche, pochissima cultura in merito (diciamo nulla) e non insisterei mai.
    Comunque è vero, adesso le professioni filofasciste sono molto più esplicite che vent’anni fa. E’ giusto, in sé, quello che noti.
    Ma il fascismo, come realtà storica, è a sua volta più remoto di vent’anni.
    Le affermazioni filofasciste hanno un mordente, per necessità di cose, sempre inferiore a mano a mano che gli anni passano.
    Io sono più preoccupato da quello che stanno facendo adesso, e dell’impotenza fattiva della sinistra adesso, piuttosto che delle affermazioni imbecilli di un coglione patentato, ignorante e ladro in materia di cose orrende che appartengono alla storia. Mi preoccupa molto di più quello che di forse solo leggermente meno orripilante sta facendo adesso.

    L’indignazione ha i suoi limiti, e anche un suo discernimento. Posso indignarmi per le affermazioni scriteriate di uno che ritengo un mio simile, non per le stronzate che eruttano dagli orifizj di un LaRussa.
    Che LaRussa faccia quelle affermazioni non può stupirmi, e senza stupore non c’è indignazione, perché l’indignazione nasce pur sempre dal tradimento di un’aspettativa. Io non mi aspetto che quella chiavica di LaRussa sragioni diversamente da come fa.
    Quello che vorrei è che LaRussa non fosse lì dove si trova.
    Ma ci si trova.

    [Certe indignazioni mi ricordano quelle di Blanche Hudson nei confronti di Baby Jane. “Tu non faresti tante stramberie, se io non fossi su questa sedia a rotelle!”. Aveva ragione Baby Jane a rispondere: “Ma ci stai, Blanche, ci stai, in quella sedia!”].

    [[Forse mi sono un po’ troppo scaldato. Ma il fatto è che dovrei pensare a tutt’altro, e cazzeggio senza ritegno]].

  7. urza Says:

    infatti a indignarmi è piuttosto la possibilità che hanno certe persone di esprimere certe stronzate…

  8. anfiosso Says:

    Ma è il fatto che queste che tu pietosamente chiami “persone” abbiano la possibilità di esistere che dovrebbe indignare.
    Capisci?

  9. ombra Says:

    questo mi pare esagerato. l’eliminazione fisica del problema non è mai la soluzione: in medicina, in politica e nella vita quotidiana.
    Che ci fosse un pensiero egemonico nella seconda metà del ‘900 che nell’opinione pubblica stigmatizzasse il fascismo, ne sono convinto e mi pare di avere anche un bel po’ di ragione storica per sostenerlo.
    Di fatto l’antifascismo era presupposto di tutti i partiti che governavano l’italia. Certo, c’erano frange della Dc che guardavano all’MSI. Certo i servizi segreti si servivano dei terzoposizionisti e dei Nar. Certo in Italia avevamo Gladio, P2, e i gerarchi fascisti riciclati come formatori della polizie e dell’esercito.
    Ma il solo fatto che tutte queste cose dovevano rimanere nel sottobosco, in clandestinità, come “elemanti dormienti” ti dimostra che il pensiero comune era antifascista. La Dc, con tutta la merda che rappresentava, non era un partito fascista e sostenerlo vuol dire non conoscere la storia. Cosi’ il PSI, così il PCI così il PR e il PLI. ecc.
    Berlusconi unsa un altro argomento: per lui c’è stata un’egemonia comunista e non antifascista che lui e molti altri sanno essere profondamente cose diverse. Per cui attento alle parole e al significato storico dei termini.

    Per il resto in realtà il mio post si riferiva proprio ad una cosa che LORO stanno facendo qui ed ora: riabilitare secondo la loro lettura la recente storie italiana dagli anni ’20 al 2000, donando un significato particolare al ventennio, alla liberazione, alla strategia della tensione e alle bombe. E mi pare parte del problema, visto che la “sinistra” non è in grado di difendere il suo passato.

  10. anfiosso Says:

    ombra, nessuno ha parlato di eliminazione fisica.

  11. anfiosso Says:

    (Poi un giorno leggerò anche il resto della tua controreplica, da riga 3 in giù. Ma l’altra volta non mi andava, oggi ho il malditesta).


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: